Inspira amore, espira insicurezza

Sei seduta sul letto, ti guardi le cosce. Ti chiedi perché da seduta sembri pesare il triplo. Poi afferri la ciccia con pollice e indice e sospiri. Quelle stupide creme anticellulite non servono a niente. Ti infili il primo pigiama antisesso che trovi nell’armadio e ti spalmi sul letto a scrollare Instagram, in cerca di qualche modella superfica da adulare. Dopo ore a guardare queste ragazze senza difetti ti convinci che non è possibile: sicuramente sono fotografie ritoccate. O forse no, forse è una scusa da deboli che usano le ciccione per continuare a mangiare e non fare nulla. Ma mangiare è la cosa più bella al mondo! Cavolo. Però come è possibile che quei corpi non abbiano un filo di cellulite, di grasso o di acne? Sembrano uscite da stampanti 3D. Osservi la tua gamba. Devi prendere un appuntamento dall’estetista: la tua pelle sembra la buccia di un kiwi. Mentre prendi la vaschetta di gelato al cioccolato dal congelatore pensi che domani ti iscriverai in palestra, e anche a quel corso di yoga che frequenta quella tua compagna di scuola. Dopo quasi mezzo chilo di quella droga marrone ti senti ancora più grassa. Giusto per farti ancora un po’ più male, decidi di piazzarti davanti allo specchio, per scannerizzarti e rimproverarti su tutti i difetti che trovi, inventandotene pure qualcuno. I piedi sono troppo grandi, tozzi. Le unghie assolutamente da ripassare, i calli da limare. Le caviglie gonfie, i polpacci mosci. Per non parlare delle cosce, adornate con della nauseante buccia d’arancia con l’aggiunta di smagliature imbarazzanti. Schifo. Passiamo alla mia parte preferita. La pancia, che sembra lievitare ogni giorno di più, manco fossi incinta. Il seno ti piace. Se certo, hai vent’anni, vediamo quando ne avrai trenta. Ti viene da piangere. Non fai altro che lamentarti di essere grassa, ma non fai niente per cambiare. Mangi male, non ti curi, non fai sport. Le magie non esistono. Provi a convincerti che comunque sia, agli uomini piacciono “morbide”. Cazzate! Agli uomini piacciono quelle secche, con tanto seno e un bel culo a mandolino. “Non mi piace mica toccare le ossa, preferisco quando posso aggrapparmi a qualcosa”; forse la frase peggiore che tu abbia sentito negli ultimi anni. Anche perché da ipocriti poi questi si segano guardando le modelle al limite dell’anoressia. Quindi finisci per pensare che non piacerai a nessuno fino a quando non dimagrirai. E un’ennesima sera ti addormenti con le lacrime agli occhi, con una morsa allo stomaco.
Credo che se tu che stai leggendo, sia donna e abbia un’età compresa tra i tredici e i quarant’ anni, sai esattamente di cosa sto parlando. Quella sensazione di inadeguatezza, di inferiorità. Un’insicurezza che ti fa impazzire, che ti fa fare follie pur di sentirti meglio. Follie di ogni genere, ognuna ha la sua. Ma so che praticamente tutte quelle di questa generazione hanno sofferto per questo. Per l’essere giuste. Sai cosa ti dico? Che devi sbattertene altamente. Sei bellissima come sei. Si lo so, ora penserai che sono frasi fatte, parole per far piacere alla gente. E invece è qui che ti sbagli. Lo penso per davvero: ogni donna, ogni essere umano ha un particolare meraviglioso. Una caratteristica che lo rende unico al mondo, che lo contraddistingue da tutto il resto, da tutti gli altri. La cosa più speciale e incredibile ai miei occhi è infatti quella di essere tutti così diversi. Pensa un po’, nessuno ha la mia cellulite, o il mio naso grosso. Okay, nessuno ha nemmeno il mio splendido neo vicino all’ombelico. Ma sicuramente avranno qualche cosa d’altro di altrettanto affascinante che io non possiedo. Non è vero che non sei abbastanza perfetta per piacere a un uomo perché prima di tutto devi piacere a te stessa, e in secondo luogo la perfezione non esiste. E se esistesse sarebbe molto noiosa. Non conquisti un uomo con il tuo culo, fidati. Fai un bel respiro. Concentrati sull’aria che sta entrando nei tuoi polmoni. Poi espira, e butta fuori tutta l’insicurezza e la negatività che ti sei portata dentro finora. Prova ad accettarti. Prova ad amarti. Ama il tuo corpo, ringrazialo di essere sano. Ringrazia ogni singolo organo del fatto che stia lavorando per tenerti in vita tutti i giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...